Multi sunt vocati pauci vero electi”

(da un sedile del coro dei padri)

Grandioso capolavoro barocco, ha un’estensione di 52.000 mq; si contano 320 tra stanze e sale, 2,5 km di corridoi e numerose logge e anticamere.

Le porte sono 500, le finestre 550, 13 i cortili, 52 le scale: il più grande monumento del Sud Italia, tra le più grandi certose d’Europa e con il chiostro più grande d’Italia.

La costruzione della Certosa fu voluta da Tommaso Sanseverino, conte di Marsico e Signore del vallo di Diano. I lavori, iniziati nel 1306, si protrarranno per secoli, concludendosi solo nel Settecento.

Il risultato fu straordinario: la casa bassa e quella alta, la fastosa chiesa, l’elegante refettorio, la sorprendente cucina, l’imponente chiostro con le numerose celle, spazi che un tempo accoglievano i monaci certosini, la cui vita scorreva silenziosa tra meditazione, contemplazione e preghiera.

Poi, nell’Ottocento, ci fu la soppressione dell’ordine: l’abbandono definitivo della certosa ne determinò la sua rovina e il suo oblio.

Quindi, finalmente, la sua riscoperta: oggi la certosa si presenta ai turisti in tutto il suo splendore, invitando ancora alla contemplazione e alla meditazione.

DURATA DELLA VISITA GUIDATA CIRCA DUE ORE .TOUR ABBINABILE IN GIORNATA CON ALTRI.